Credit: Agenzia Anadolu

Un team di scienziati e archeologi turchi ha scoperto i resti di un tempio di Afrodite di 2.500 anni fa nella penisola di Urla-Cesme, nell’ovest della Turchia.

Credit: Agenzia Anadolu

In seguito allo screening di un’area di 1.600 metri quadrati che copre parti dei quartieri di Urla (Vourla greca), Cesme (Kyssos greca) e Seferihisar (Teos greca) di Smirne (Smirne greca), sono stati scoperti 35 insediamenti umani di epoca preistorica, di cui 16 del tardo Neolitico.

Intervistato dall’Agenzia di Anadolu, Elif Koparal dell’Università Mimar Sinan, che sta conducendo gli scavi nella zona, ha detto che è stata scoperta una significativa rete sociale ed economica.

Credit: Agenzia Anadolu

Durante lo screening della superficie, abbiamo rilevato il Tempio di Afrodite del V secolo a.C.. È una scoperta affascinante e impressionante“, ha osservato Koparal.

Ha anche osservato che le prime tracce del tempio sono state scoperte nel 2016 e sono state annunciate con la pubblicazione di un articolo su una rivista.

Credit: Agenzia Anadolu

Attirando l’attenzione sulla minaccia rappresentata dai predatori di tesori e dall’urbanizzazione dei siti storici, Koparal ha detto che il suo team ha collaborato con la gente del posto per proteggere i tesori archeologici.

Fonte: Agenzia Anadolu [01 gennaio 2021]