Introduzione

L’Amministratore della NASA, Jim Bridenstine, sottolinea l’importanza dello sfruttamento delle risorse lunari per la esplorazione dello spazio. Il tutto grazie anche alla partecipazione delle società commericali e nel pieno rispetto della politica americana e degli obblighi internazionali. Bridestine sottolinea come gli Stati Uniti guideranno questa nuova avventura non in modo esclusivo, ma si assicurerà che tutto il mondo si unisca e tragga beneficio dalla misisone Artemis.

Ecco di seguito quanto riportato sul sito ufficiale della NASA.

Esplorazione lunare sicura e sostenibile

Mentre noi della NASA stiamo lavorando in modo aggressivo per raggiungere il nostro obiettivo a breve termine di far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna entro il 2024, il nostro programma Artemis si concentra anche sull’adozione di misure che stabiliscano un’architettura di esplorazione lunare sicura e sostenibile.

Inoltre il coinvolgimento commerciale come parte della missione Artemis, aumenterà la nostra capacità di tornare sulla Luna in modo sicuro e sostenibile, innovativo e a prezzi accessibili. L’ordine esecutivo del Presidente sull’incoraggiamento del sostegno internazionale per il recupero e l’uso delle risorse spaziali chiarisce l’intento del Congresso: la politica degli Stati Uniti incoraggia il sostegno internazionale per il recupero e l’uso pubblico e privato delle risorse nello spazio, in linea con la legge applicabile. Sappiamo che una politica di sostegno al recupero e all’uso delle risorse spaziali è importante per la creazione di un ambiente di investimento stabile e prevedibile per gli innovatori spaziali commerciali e per gli imprenditori.

Risorse spaziali,diritti di proprietà e partecipazione ai ricavi

Oggi, stiamo compiendo un passo avanti sollecitando le società commerciali a fornire proposte per la raccolta delle risorse spaziali. Nell’esaminare tali proposte, richiederemo che tutte le azioni siano intraprese in modo trasparente, nel pieno rispetto della Registration Convention, dell’Article II e di altre disposizioni dell’Outer Space Treaty e di tutti gli altri nostri obblighi internazionali. Stiamo mettendo in pratica le nostre politiche per alimentare una nuova era di esplorazione e scoperta che andrà a beneficio di tutta l’umanità.

I requisiti che abbiamo delineato sono che una società raccoglierà una piccola quantità di “dirt” o rocce lunari da qualsiasi luogo sulla superficie lunare, fornirà alla NASA le immagini del materiale raccolto, insieme ai dati che identificano il luogo da cui sono stati prelevati e condurrà un trasferimento “in-place” della proprietà della regolite o delle rocce lunari. Dopo il trasferimento dei diritti di proprietà, il materiale raccolto diventa di proprietà esclusiva della NASA per il nostro uso.

L’obiettivo della NASA è che il recupero e il trasferimento dei diritti di proprietà siano completati prima del 2024. Tutto questo crea una competizione completa e aperta, non limitata alle società statunitensi e l’agenzia può assegnare uno o più premi. Il pagamento della NASA è esclusivamente per la regolite lunare, con ogni vincitore che riceve il 10 per cento del premio, il 10 per cento al lancio e il restante 80 per cento al completamento con successo. L’agenzia determinerà i metodi di recupero per la regolite lunare, trasferito in un secondo momento.

Dalla Luna a Marte

La scienza e la tecnologia lunare di prossima generazione è un obiettivo principale per il ritorno sulla Luna e la preparazione per raggiungere Marte. Nel corso del prossimo decennio, il programma Artemis getterà le basi per una presenza prolungata a lungo termine sulla superficie lunare e utilizzerà la Luna per convalidare sistemi e operazioni nello spazio profondo prima di intraprendere il viaggio molto più lontano verso Marte. La capacità di condurre l’utilizzo delle risorse in situ (ISRU) sarà incredibilmente importante su Marte ed è per questo che dobbiamo procedere con alacrità per sviluppare tecniche e acquisire esperienza con ISRU sulla superficie della Luna.

Le scoperte scientifiche ottenute attraverso un’esplorazione lunare robusta, sostenibile e sicura andranno a beneficio di tutta l’umanità. Continuando a rilasciare pubblicamente i nostri dati, la NASA si assicurerà che tutto il mondo si unisca a noi e tragga beneficio dal viaggio di Artemis.