Completato il test: Flight Support Booster-1

Mentre la NASA inizia a montare i booster per il razzo Space Launch System (SLS) che alimenterà la prima missione Artemis sulla Luna, i team nello Utah stanno valutando materiali e processi per migliorarli per le successive missioni di Artemis III.

La NASA ha completato un test su vasta scala per il razzo Space Launch System della NASA a Promontory, Utah, il 2 settembre. La NASA e Northrop Grumman, l’appaltatore principale del booster SLS, utilizzeranno i dati del test per valutare le prestazioni del motore utilizzando potenziali nuovi materiali e processi che possono essere incorporati in futuri booster. 

“Far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna è solo l’inizio del programma Artemis della NASA“, ha detto l’amministratore della NASA Jim Bridenstine. “Questi testi sono una parte cruciale del sostegno alle missioni sulla Luna. L’obiettivo della NASA è quello di apprendere tutto il possibile vivendo e lavorando sulla Luna e usarlo per poi inviare gli umani nelle prime missioni su Marte“.

Per poco più di due minuti – la stessa quantità di tempo in cui i booster alimentano il razzo SLS durante il decollo e il volo per ogni missione Artemis – il booster di supporto al volo a cinque segmenti ha prodotto, nel deserto dello Utah, più di 3 milioni di libbre di spinta. Il test chiamato Flight Support Booster-1 (FSB-1), si basa su test precedenti ma con l’introduzione di ingredienti propellenti ottenuti da nuovi fornitori per i booster sui razzi SLS per supportare i voli dopo Artemis III.

La NASA sta simultaneamente facendo progressi nell’assemblaggio e nella produzione di propulsori a razzo solido per le prime tre missioni Artemis e guardando avanti verso missioni oltre lo sbarco iniziale sulla Luna“, ha detto John Honeycutt, il responsabile del programma SLS presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, Alabama . “Oggi è il primo test booster di supporto al volo che conferma le prestazioni del motore a razzo utilizzando potenziali nuovi materiali per Artemis IV e oltre“.

I più grandi e potenti booster mai realizzati

booster SLS sono i più grandi e potenti mai costruiti per il volo. Il booster di supporto al volo utilizzato nel test ha le stesse dimensioni e la stessa potenza della versione di volo di un booster a razzo solido a cinque segmenti utilizzato per le missioni Artemis della NASA. I booster Artemis I sono in preparazione per il lancio al Kennedy Space Center della NASA in Florida.

Questo test booster di supporto al volo è il primo motore di accensione che la NASA e Northrop Grumman hanno completato da quando ha qualificato il progetto del booster per il razzo Space Launch System“, ha affermato Bruce Tiller, SLS Boosters Office Manager di Marshall. “I test di potenziamento su vasta scala sono rari, quindi la NASA cerca di testare più obiettivi contemporaneamente, quindi siamo altamente fiduciosi che qualsiasi modifica apportata ai booster consentirà loro, il giorno del lancio, di funzionare come previsto“.

Dalla Luna a Marte

La NASA sta lavorando per far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna entro il 2024 . Il razzo SLS, la sonda Orion, il Gateway e il sistema di atterraggio umano fanno parte della spina dorsale della NASA per l’esplorazione dello spazio profondo. Il programma Artemis è il passo successivo nell’esplorazione dello spazio umano come parte del più ampio approccio americano di esplorazione dalla Luna a Marte. L’esperienza acquisita sulla Luna consentirà il prossimo passo da gigante dell’umanità: l’invio di esseri umani su Marte. SLS è l’unico razzo in grado di inviare Orion, astronauti e rifornimenti sulla Luna in una singola missione.

Per ulteriori informazioni sullo SLS della NASA, visitare: https://www.nasa.gov/sls

Per le risorse multimediali di Flight Support Booster Test, fare clic qui.