Credits: University of Queensland/Griffith University

Le informazioni possono essere trasmesse con successo attraverso noisy channels (letteralmente canali rumorosi) utilizzando la meccanica quantistica, secondo le nuove ricerche della University of Queensland e della Griffith University.

Sappiamo tutti che è impossibile scattare una foto attraverso il fumo denso oppure inviare informazioni attraverso un canale completamente rumoroso. Ma il fisico dell’UQ Dr. Jacqui Romero del Centro di Eccellenza ARC per i Sistemi Quantistici Ingegnerizzati (EQUS) ha detto che è possibile ottenere la propria immagine se si usa la meccanica quantistica, usando un principio chiamato ‘sovrapposizione dell’ordine’“.

Questo è un altro esempio di fisica quantistica che aiuta la comunicazione classica“, ha detto il dottor Romero. “Classicamente, nessuna informazione può essere trasmessa attraverso un singolo canale completamente rumoroso, per non parlare di due canali completamente rumorosi. Ma con la meccanica quantistica, l’aggiunta di un secondo canale fornisce in realtà un modo per far passare le informazioni con successo“.

Noi dimostriamo che combinando i canali rumorosi in modo tale che non si sappia quale canale rumoroso è stato applicato per primo, diventa possibile trasmettere alcune informazioni“.

Il dottorando della UQ Kaumudibikash Goswami, sempre all’EQUS, ha detto che se si inviano informazioni attraverso due canali rumorosi A e B allora in genere si pensa di farlo in un ordine: o si inviano le informazioni attraverso A, poi B, o viceversa.

La sovrapposizione quantistica dell’ordine significa che si perde l’idea di un ordine di eventi, o di un evento che ne provoca un altro“, ha detto Goswami. “Questo è ciò che ci permette di trasmettere con successo le informazioni attraverso i canali rumorosi. Più sorprendentemente, se un mezzo è privo di rumore, allora la sovrapposizione dell’ordine può annullare completamente l’effetto dell’altro mezzo rumoroso, portando alla perfetta trasmissione dell’informazione“.

Questo può essere utile nella comunicazione via satellite così come nella condivisione segreta“.

La ricerca è pubblicata su Physical Review Research.

Citazioni e Approfondimenti