Introduzione

È una vendetta? Il New York Times ha recentemente riportato che un progetto del Pentagono – presumibilmente annullato – per indagare su strani fenomeni aerei, è in realtà ancora attivo. Il programma originariamente noto come Advanced Aerospace Threat Identification Program, si diceva si fosse concluso nel 2012 ma, a quanto pare, è ancora in corso sotto l’egida dell’Ufficio dell’Intelligence Navale.

Doce c’è fumo c’è fuoco

Quindi, dove c’è fumo, c’è fuoco, giusto? Se i federali stanno ancora utilizzando i soldi delle tasse dei contribuenti per scavare nelle strane vicende del cielo, dev’essere perché hanno prove convincenti sulla esisntenza dei visitatori extraterrestri. Almeno questa è la speranza dei 100 milioni di americani che sembrano disposti a giurare sul Good Book che gli UFO sono, almeno in alcuni casi, imbarcazioni aliene.

Ma aspettate un attimo. Prima di ordinare quel corso on-line in klingonese, considerate cosa potrebbe realmente accadere qui. Quando il Times ha parlato per la prima volta di questo argomento nel 2017, parlava di alcuni video sconcertanti girati da piloti di caccia della Marina sul Pacifico. Mostravano oggetti non identificati davanti ai jet, oggetti che effettuavano manovre bizzarre. Quindi forse il controverso programma è semplicemente un ulteriore sforzo per capire finalmente quali sono questi oggetti. Dopotutto, i militari hanno sempre voluto sapere su tutto ciò che può volare, e per ovvie ragioni.

Questa è la spiegazione più diretta del perché la Marina abbia continuato il programma del Pentagono. Ed è anche quello che hanno detto.

Ma non è possibile che ciò che stia realmente accadendo qui non sia un’indagine su aerei o droni sconosciuti, ma una distrazione per tenerci lontani da una verità più inquietante: gli UFO non sono macchine volanti nemiche, ma macchine volanti aliene? Forse il governo non vuole ammetterlo, perché pensa che diventeremmo tutti matti.

Ma non si capisce perché gli extraterrestri si nascondano per molti miliardi di chilometri nei pericolosi vuoti dello spazio semplicemente per volare sopra le nostre teste e occasionalmente giocare al gatto e al topo con la Marina Militare. Ma – a titolo informativo – non sappiamo davvero gli alieni cosa trovino interessante da poter fare quì. Avranno le loro ragioni.

Giocano a nascondino? Perchè?

Questa storia ha un ulteriore aspetto che stimola la fantasia e la curiosità. Parla di “materiali recuperati” che “non sono fatti su questa Terra“. Questa affermazione sembra sia sorprendente che sospetta. I piloti non hanno riferito di aver raccolto pezzi di navicelle spaziali o di strane leghe metalliche (almeno non pubblicamente), quindi non è chiaro dove questi “materiali” siano stati trovati.

Inoltre, a meno che un manufatto non sia chiaramente molto complesso – come un cellulare Rettile – come si fa a sapere che non è di questo pianeta? Questo è un caso in cui vedere equivale a credere, ma nessuno ci ha lasciato vedere niente. Il che è conveniente, anche se non del tutto convincente.

Controllo sugli armamenti terrestri

C’è una sfaccettatura intrigante di questa storia che credo aiuti a indicare la verità. Non solo gli extraterrestri (se è questo che sono) passano il tempo a prendere in giro i nostri Top Gun, ma sembrano anche bazzicare sopra le nostre basi militari. Questo è un aspetto della loro presenza non richiesta che, secondo l’articolo del Times, ha particolarmente disturbato il senatore Marco Rubio.

Beh, se sei un appassionato di fantascienza, conosci bene l’idea che gli alieni ostili devono prestare attenzione al nostro armamento. Dopotutto, potrebbe essere usato per cacciarli via. E forse è proprio quello che li ha attirati sulla Terra. Sono venuti come salvatori dall’alto, desiderosi di separarci dalle nostre stesse armi di distruzione di massa. Questa sarebbe, almeno, una spiegazione ragionevole per il loro apparente interesse per le nostre capacità di combattimento.

Armi divine

Ma a dire il vero, è del tutto irragionevole. Se gli alieni possono davvero venire qui – qualunque sia la loro motivazione – allora hanno una tecnologia che è enormemente al di là della nostra. Confrontando le loro armi con le nostre sarebbe come paragonare l’Aeronautica Militare degli Stati Uniti a un gruppo di razziatori Australopithecus. In altre parole, credete davvero che il capitano Picard passerebbe mai il tempo a controllare mucchi di fionde su qualche pianeta primitivo perché, dopo tutto, sono armi all’avanguardia per i residenti locali?

Se qualsiasi cosa su cui la Marina stia indagando è reale, si suppone che l’interesse per il nostro esercito suggerisca aerei russi, droni cinesi o qualcos’altro di terrestre. In realtà è un argomento contro i visitatori di un altro sistema stellare.

Gli esseri umani sono sempre stati tentati di attribuire fenomeni strani al funzionamento di esseri sovrumani, così come i greci sostenevano che i fulmini fossero lanci di giavellotto di Zeus. Ma la scienza esige che ogni ipotesi sia supportata da osservazioni dettagliate, ripetibili e imparziali. Queste mancano.

Divulgazione fuorviante in entrambi i sensi

L’Ufficio dell’Intelligence Navale farà presumibilmente rapporti regolari su almeno alcune delle loro scoperte. Questo tipo di divulgazione sembra una buona notizia per chi, come Fox Mulder,vuole credere“. Ma in realtà, potrebbe funzionare anche nell’altro senso. La divulgazione potrebbe privare i credenti della loro migliore prova – vale a dire, una carenza di buone prove.