Durante la teleconferenza avutasi ieri 17 luglio 2020 ora 22:30 (ora italiana) a cui hanno preso parte Stephen Jurczyk, amministratore associato della NASA, Thomas Zurbuchen, amministratore associato della direzione della missione scientifica della NASA, Gregory Robinson, direttore del programma Webb della NASA, Eric Smith, scienziato del programma Webb della NASA.

Importanti dichiarazioni sono state rilasciate soprattutto in merito alla da prevista per il lancio del James Webb Space Telescope.

A causa della pandemia da COVID19 ancora in corso e del ritardo che ha causato al normale corso della missione, la NASA ha individuato al momento la data del 31 ottobre 2021 per il lancio del James Webb Space Telescope ed avverrà dalla Guyana francese.

La perseveranza e l’innovazione di tutto il team del Webb Telescope ci ha permesso di affrontare situazioni difficili che non avremmo potuto prevedere sul nostro percorso per lanciare questa missione“, ha dichiarato Thomas Zurbuchen, amministratore associato della direzione della missione scientifica della NASA presso la sede dell’agenzia in Washington. “Webb è l’osservatorio spaziale più complesso del mondo e la nostra massima priorità scientifica e abbiamo lavorato duramente per far avanzare i progressi durante la pandemia. Il team continua a concentrarsi sul raggiungimento dei traguardi e sull’arrivo delle soluzioni tecniche che ci consentiranno di raggiungere questa nuova data di lancio il prossimo anno“.

I test dell’osservatorio continuano ad andare bene a Northrop Grumman, il principale partner industriale della missione, a Redondo Beach, in California, nonostante le sfide della pandemia di coronavirus. Prima dei ritardi associati alla pandemia, il team ha compiuto progressi significativi nel raggiungimento di importanti traguardi per prepararsi al lancio nel 2021.

Sulla base delle attuali proiezioni, il programma prevede di completare il lavoro rimanente nel nuovo programma senza richiedere fondi aggiuntivi“, ha affermato Gregory Robinson. “Sebbene l’efficienza sia stata compromessa e ci siano sfide future, nell’ultimo anno abbiamo superato rischi significativi conseguendo ottimi risultati raggiunti e buone prestazioni. Dopo aver ripreso le operazioni complete per prepararsi all’imminente collaudo ambientale a livello di sistema dell’osservatorio finale quest’estate, continuano i progressi importanti nella preparazione di questo osservatorio altamente complesso per il lancio“.

Il team del progetto continuerà a completare una serie finale di test ambientali estremamente difficili dell’intero osservatorio prima di essere spedito al sito di lancio a Kourou, nella Guyana francese, situato sulla costa nord-orientale del Sud America.

Webb è progettato per sfruttare le incredibili eredità dei telescopi spaziali Hubble e Spitzer, osservando l’universo a infrarossi ed esplorando ogni fase della storia cosmica“, ha affermato Eric Smith. “L’osservatorio rileverà la luce della prima generazione di galassie che si sono formate nell’universo primordiale dopo il big bang e studierà le atmosfere degli esopianeti vicini per possibili segni di abitabilità“.