ESA/Hubble & NASA; J. Cannon (Macalester College)

Individuti due asteroidi

A prima vista, questa immagine della NASA/ESA realizzata con l’Hubble Space Telescope ritrae le stelle scintillanti di AGC111977, una galassia nana situata a circa 15 milioni di anni luce di distanza e visibile nella parte in basso a sinistra dell’immagine. Altre galassie appaiono sparse sulla cornice, insieme alle stelle in primo piano della nostra galassia, la Via Lattea.

Dopo un’attenta ispezione, qualcos’altro viene alla vista, molto più vicino a casa. Verso l’angolo in basso a destra della cornice, due strisce allungate sono debolmente visibili: le scie di asteroidi – piccoli corpi rocciosi nel nostro Sistema Solare – che si incrociano in primo piano con le stelle e le galassie che Hubble stava osservando.

L’immagine combina le osservazioni ottenute il 16 novembre 2012 con lo strumento ACS di Hubble usando due diversi filtri (606 nm, mostrato in blu e 814 nm, mostrato in rosso). Mentre gli asteroidi si spostavano rispetto a Hubble durante l’osservazione, entrambi i percorsi sono stati ripresi successivamente in ciascun filtro e quindi appaiono in parte rossi e in parte blu.

I due asteroidi si trovano a distanze diverse da noi, quindi non si sono scontrati come potrebbero suggerire le loro strisce intersecanti. Sono stati scoperti dai citizen scientist Sovan Acharya, Graeme Aitken, Claude Cornen, Abe Hoekstra e Edmund Perozzi, alcuni dei volontari che hanno ispezionato le immagini dell’iconico telescopio spaziale alla ricerca di intrusi rocciosi nell’ambito del progetto scientifico Hubble Asteroid Hunter.

Hubble Asteroid Hunter

Lanciato un anno fa, in occasione della Giornata internazionale degli asteroidi 2019, l’Hubble Asteroid Hunter è una collaborazione tra l’ESA e lo Zooniverse, che invita i membri del pubblico a identificare gli asteroidi che sono stati osservati per caso dal telescopio spaziale Hubble. Da allora, 9000 volontari provenienti da tutto il mondo hanno fornito 2 milioni di classificazioni di 140.000 immagini di Hubble, trovando 1500 scie di asteroidi – circa un centinaio di immagini.

Nella prima fase del progetto, i volontari hanno potuto esplorare una raccolta di immagini di Hubble d’archivio in cui i calcoli condotti dal Solar System Objects pipeline di ESASky, il portale di scoperta dell’ESA per l’astronomia, indicavano che un asteroide avrebbe potuto attraversare il campo visivo del telescopio spaziale al tempo delle osservazioni. Il semplice numero e l’entusiasmo dei volontari hanno portato il team ad espandere il progetto, includendo più immagini del cielo raccolte da Hubble nel corso degli anni.

Oltre agli asteroidi, i volontari hanno anche identificato le tracce lasciate dai satelliti in orbite più alte di quelle di Hubble, intriganti esempi di lenti gravitazionali e caratteristiche a forma di anello che sorgono quando le galassie si scontrano.

Il successo della scienza dei cittadini

Il progetto ha registrato un’impennata della partecipazione negli ultimi mesi, poiché molte persone in tutto il mondo stavano a casa a causa della pandemia da COVID-19, portando a un triplo aumento del numero di classificazioni. Grazie ai continui sforzi dei volontari, questo progetto di scienza dei cittadini è in fase di completamento, con solo le immagini a infrarossi rimaste da esplorare.

Nel frattempo, il team sta lavorando per identificare gli asteroidi che sono stati scoperti come parte del progetto – compresi i due raffigurati in questa immagine – per abbinarli eventualmente con asteroidi noti nel database del Minor Planet Center e calcolare le loro distanze da noi. 

Rimanete sintonizzati!