VIDEO – Aggiornamento post eclissi

Di seguito proponiamo il servizio di Letizia Davoli per TG2000 caricato sul rispettivo canale YouTube

Introduzione

Dopo l’eclissi di sole penombrale del 5 giugno, un altro evento astronomico sta per interessare il nostro cielo: l’eclissi di Sole anulare. L’evento si verificarà il giorno in cui, secondo la ripartizione delle stagioni, inizia l’estate ossia il 21 giugno. Purtroppo l’eclissi in Italia sarà solo parziale e solo al Sud, ma eventi streaming da tutto il mondo non mancheranno e anche noi saremo pronti per osservarlo tramite i nostri canali.

Orari italiani dell’eclisse

  • Inizio eclissi 21 giugno h 5.45
  • Inizio totalità 21 giugno h 6.47
  • Massimo 21 giugno h 8.40
  • Fine della totalità 21 giugno h 10.32.17
  • Fine eclissi 21 giugno h 11.34.01

Eclissi in alcune città italiane:

  • A Roma dalle 7:18 alle 7:46
  • A Peschici nel Gargano dalle 7:11 alle 7:55
  • A Catania dalle 6:56 alle 7:57

Cos’è l’eclissi solare anulare

Il nome “anulare” deriva dalla parola latina “anulus” – anello – attribuitogli per la forma caratteristica che si verifica quando la Luna copre il centro del Sole, lasciando i bordi esterni visibili della stella per formare, appunto, un “anello di fuoco”.

Questo anello, in sostanza, si forma per la concomitanza di una serie di fattori: le dimensioni della Luna (che naturalmente non cambiano!), la distanza della Luna rispetto la Terra, la posizione del nostro satellite vicino ai cosiddetti nodi lunari. Tutti questi fattori fanno sì che il nostro satellite, frapponendosi tra la Terra e il Sole lo oscura lasciando visibile solo un anello di luce solare.

Tuttavia, nella maggior parte dei luoghi e per la maggior parte della durata, un’eclissi anulare sembra un’eclissi solare parziale. Questo vale anche per le eclissi solari totali e per le rare eclissi solari ibride che hanno un punto massimo anulare in alcune posizioni e un punto massimo totale in altre posizioni.

La distanza Luna-Terra

Durante ogni mese lunare , la distanza tra il nostro pianeta e la Luna varia perché la forma dell’orbita lunare attorno alla Terra è ellittica, piuttosto che circolare.

La ragione per cui possiamo vedere il bordo esterno luminoso del Sole nel punto massimo di un’eclissi anulare è che accade mentre la Luna è vicino al suo punto più lontano dalla Terra, chiamato apogeo, punto in cui la Luna, vista dalla Terra, sembra in prospettiva più piccola del Sole

Nodi lunari

In genere questo le eclissi anulari si verificano nel periodo della cosidetta Luna nuovafase della Luna in cui il suo emisfero visibile risulta completamente in ombra. La Luna Nuova è invisibile dalla Terra in quanto essa è presente in cielo di giorno a poca distanza apparente dal Sole. Ci si potrebbe domandare: perché non c’è un’eclissi ogni notte che c’è una luna nuova?  Le volta in cui possiamo vederla è durante le eclissi solari, perché la Luna Nuova deve essere vicina a un nodo lunare.

Illustrazione di nodi lunari con sole, terra e luna

Il piano del percorso orbitale della Luna intorno alla Terra è inclinato di un angolo di circa 5° rispetto al piano orbitale terrestre attorno al Sole, l’eclittica. I punti in cui si incontrano i 2 piani orbitali sono chiamati nodi lunari . 

Quando il Sole e la Luna sono abbastanza vicini a un nodo lunare da formare una linea perfetta o quasi perfetta con la Terra, siamo nella “stagione” dell’eclissi, che dura circa 34,5 giorni. In ogni stagione delle eclissi, ci sono da 2 a 3 eclissi e almeno 1 di queste è sempre un’eclissi solare; al massimo 2.

L’Antumbra

Le eclissi solari sono causate dalla proiezione dell’ombra della Luna sulla Terra. Esistono 3 diversi tipi di ombra che la Luna Nuova può proiettare sulla Terra: l’ombra, la penombra e l’antumbra .

Illustrazione di eclissi solare anulare con posizioni di terra, luna e sole nello spazio

Per vedere l’anularità, bisogna trovarsi in un luogo in cui la Luna lancia l’antumbra. Nel punto massimo, la larghezza del percorso anulare è in genere di circa 150 km sebbene ciò possa variare considerevolmente. Se ci si trova al centro di questa zona, si vedrà il punto massimo dell’anularità come un perfetto anello di fuoco. In altre aree di anularità, dove la Luna non è perfettamente centrata sul Sole, l’anello ha una larghezza variabile.

Se ci si trova, poi, ai margini del percorso di anularità, potresti vedere un anello di fuoco rotto e – per un breve momento – un fenomeno chiamato perline di Baily, che sono piccole chiazze di luce a forma di perlina ai margini della Luna. Ciò accade perché lacune nelle montagne e nelle valli sulla superficie della Luna consentono al sole di passare attraverso alcuni punti, ma non in altri.

Fasi di un’eclissi solare anulare

Ci sono 5 stadi distinti di un’eclissi solare anulare:

  • 1° contatto : inizia l’eclissi parziale: la sagoma della Luna inizia a diventare visibile di fronte al disco del Sole. 
  • 2° contatto: inizia l’eclissi o anularità: appare l’anello di fuoco. Per alcuni secondi proprio mentre inizia l’anularità, le perle di Baily, che sembrano perle di luce, a volte possono essere viste sul bordo della sagoma della Luna.
  • Eclissi massima : la Luna copre il centro del disco del Sole.
  • 4° contatto: la Luna inizia ad allontanarsi dal disco del Sole. Ancora una volta, le perle di Baily possono essere visibili lungo il bordo anteriore della Luna.
  • 5° contatto: l’eclissi parziale termina: la Luna smette di sovrapporsi al disco del Sole. L’eclissi termina in questa fase.

Le eclissi anulari possono durare più di 3 ore in luoghi in cui è visibile l’anularità. Dall’inizio alla fine, la durata totale delle eclissi anulari può essere superiore a 6 ore ma non in una singola posizione. L’anularità, quando nel cielo è visibile solo un anello di fuoco, può variare da meno di un secondo a oltre 12 minuti.

Prossime 5 eclissi solari anulari

  • 21 giu 2020 Eclissi solare
  • 10 giu 2021 Eclissi solare
  • 14 ott 2023 Eclissi solare
  • 2 ott 2024 Eclissi solare
  • 17 febbraio 2026 Eclissi solare

AVVERTENZA

Non guardare mai il sole, eclissato o altro, senza un’adeguata protezione per gli occhi, come gli occhiali per eclissi. I raggi del sole possono bruciare la retina degli occhi portando a danni permanenti e persino alla cecità. Un modo sicuro per guardare un’eclissi solare è indossare occhiali protettivi per eclissi o proiettare un’immagine del Sole eclissato usando un proiettore a foro stenopeico. Se minorenni farsi assistere da un adulto.