Image Credit: Northrop Grumman

Mentre si stacca dalla rampa di lancio per le missioni Artemis I, lo Space Launch System della NASA (SLS) è alimentato da due solidi propulsori a razzo. Le parti critiche del booster si dirigeranno presto verso il Kennedy Space Center della NASA in Florida in preparazione al lancio di Artemis I. I trasportatori specializzati spostano ciascuno dei 10 segmenti del motore dall’impianto Northrop Grumman nel loro Promontory Point, Utah, ad un punto dal quale verranno poi inviati per giungere al Kennedy Space Center della NASA in Florida.

Il viaggio attraverso il paese è una pietra miliare importante verso il primo lancio del programma lunare Artemis della NASA.

Le squadre di esplorazione dei sistemi di terra del Kennedy inizieranno ad elaborare i segmenti con le parti di prua e di poppa del booster precedentemente assemblate nel Booster Fabrication Facility sul sito del Kennedy. Quando i booster arriverano, verranno spostati nella Rotation, Processing and Surge Facility (RPSF) che in passato elaborava i segmenti del booster della navetta. Qui avverrà lo stoccaggio iniziale per l’assemblaggio della sezione di poppa e poi i segmenti del booster saranno mantenuti presso l’RPSF fino al montaggio sul Kennedy’s Vehicle Assembly Building.

La NASA sta lavorando per far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna entro il 2024. SLS, insieme alla navicella spaziale Orion della NASA, al sistema di atterraggio umano e al Gateway in orbita attorno alla Luna, sono la spina dorsale della NASA per l’esplorazione dello spazio profondo. La SLS è l’unico razzo in grado di inviare Orion, astronauti e cargo sulla Luna in una sola missione.