Introduzione

La NASA ha selezionato tre società statunitensi per progettare e sviluppare sistemi di atterraggio umano (HLS) per il programma Artemis dell’agenzia, una delle quali farà sbarcare la prima donna e il prossimo uomo sulla superficie della Luna entro il 2024. La NASA è sulla buona strada per un’esplorazione umana sostenibile della Luna per la prima volta nella storia.

I nomi dei tre partner

I premi del sistema di atterraggio umano ai sensi del Next Space Technologies for Exploration Partnerships (NextSTEP-2),  Appendice H, Broad Agency Announcement (BAA) sono contratti a prezzo fisso. Il valore totale combinato per tutti i contratti aggiudicati è di $ 967 milioni per il periodo base di 10 mesi. 

Le seguenti società sono state selezionate per progettare e costruire sistemi di atterraggio umano: 

  • Blue Origin of Kent, Washington, sta sviluppando l’International Lander Vehicle (ILV), un lander a tre stadi che sarà lanciato sul suo nuovo sistema Glenn Rocket System e ULA Vulcan. 
  • Dynetics (una società Leidos) di Huntsville, in Alabama, sta sviluppando il sistema di atterraggio umano Dynamics (DHLS), un’unica struttura che fornisce le funzionalità di salita e discesa che verranno lanciate sul sistema di lancio ULA Vulcan. 
  • SpaceX di Hawthorne, in California, sta sviluppando la nave spaziale, un lander completamente integrato che utilizzerà il razzo SpaceX Super Heavy. 

Con questi appalti, l’America sta effettuando l’ultimo passo necessario per far atterrare gli astronauti sulla Luna entro il 2024, incluso l’incredibile momento in cui vedremo la prima donna mettere piede sulla superficie lunare“, ha dichiarato l’amministratore della NASA Jim Bridenstine. “Questa è la prima volta dall’era Apollo che la NASA ha finanziamenti diretti per un sistema di atterraggio umano, e ora abbiamo aziende con contratto per svolgere il lavoro per il programma Artemis“.

E’ possibile sbarcare sulla Luna

Illustrazione artistica degli astronauti di Artemis sulla Luna.Credits: NASA

Cinquant’anni fa, il Programma Apollo della NASA ha dimostrato che è possibile far sbarcare gli umani sulla Luna e riportarli sani e salvi sulla Terra. Quando la NASA tornerà sulla Luna tra quattro anni con il programma Artemis, andrà in un modo che riflette il mondo di oggi – con governo, industria e partner internazionali in uno sforzo globale per costruire e testare i sistemi necessari per missioni impegnative su Marte e oltre. 

Stiamo arrivando” ha dichiarato Douglas Loverro, amministratore associato della NASA per la direzione delle missioni Human Explorations and Operations a Washington. “Con questi premi iniziamo una collaborazione entusiasmante con i migliori del settore per raggiungere gli obiettivi della nazione. Abbiamo molto lavoro da fare, soprattutto in questi prossimi 10 mesi critici. Sono fiducioso che, lavorando con questi compagni di squadra, ci riusciremo”.  

I partner commerciali della NASA perfezioneranno i loro concetti di lander attraverso il periodo di base del contratto che termina nel febbraio 2021. Durante quel periodo, l’agenzia valuterà quale degli appaltatori eseguirà le missioni dimostrative iniziali. La NASA selezionerà successivamente le aziende per lo sviluppo e la maturazione di sistemi di lander sostenibili seguite da missioni dimostrative sostenibili.

Trasporto spaziale commerciale

La NASA intende procurarsi il trasporto verso la superficie lunare come servizi di trasporto spaziale commerciale al termine di queste dimostrazioni. Durante ogni fase di sviluppo, la NASA e i suoi partner useranno lezioni critiche delle fasi precedenti per affinare i concetti finali che verranno utilizzati per i futuri servizi commerciali lunari.

Sono fiducioso nella collaborazione della NASA con queste compagnie per aiutare a realizzare la missione Artemis e sviluppare il sistema di atterraggio umano che ci riporta sulla Luna“, ha dichiarato Lisa Watson-Morgan, responsabile del programma HLS presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, Alabama. “Abbiamo una storia di comprovate competenze e capacità tecniche lunari a Marshall e in tutta la NASA che apriranno la strada ai nostri sforzi per sbarcare rapidamente e in sicurezza sulla Luna nel 2024“. 

Stretta collaborazione per nuove scoperte

Gli esperti della NASA lavoreranno a stretto contatto con i partner commerciali per la costruzione dei prossimi sistemi di atterraggio umano, sfruttando decenni di esperienza di voli spaziali umani e la velocità del settore commerciale per realizzare un atterraggio sulla Luna nel 2024.   

Il responsabile del programma HLS assegnerà il personale della NASA a supporto del lavoro di ciascun contraente, fornendo alle aziende competenze dirette e in linea come richiesto nelle loro proposte (ad es. Supporto alla progettazione, analisi, prove). Il programma HLS svolgerà anche attività di sviluppo avanzato e riduzione del rischio, lavorando in parallelo per informare meglio l’approccio per la missione 2024 e la necessaria maturazione dei sistemi per la futura architettura di sostegno. 

Incaricato di tornare sulla Luna nei prossimi quattro anni, il programma Artemis della NASA rivelerà nuove conoscenze sulla Luna, sulla Terra e sulle nostre origini nel sistema solare. Il sistema di atterraggio umano è una parte vitale dei piani di esplorazione dello spazio profondo della NASA, insieme al  razzo Space Launch System  (SLS), al  veicolo  spaziale Orion e al Gateway. 

La NASA sta tornando sulla Luna per la scoperta scientifica, i vantaggi economici e l’ispirazione per una nuova generazione. Lavorando con i suoi partner durante il programma Artemis, l’agenzia perfezionerà le tecnologie di atterraggio di precisione e svilupperà nuove capacità di mobilità che consentiranno ai robot e all’equipaggio di percorrere distanze maggiori ed esplorare nuove regioni della Luna. In  superficie, l’agenzia ha proposto di costruire un nuovo habitat e rover, testare nuovi sistemi di alimentazione e molto altro ancora per prepararsi all’esplorazione umana di Marte.

Ulteriori informazioni su ciascun concetto HLS: https://www.nasa.gov/feature/nasa-selects-blue-origin-dynetics-spacex-for-artemis-human-landers

Scopri di più sull’approccio esplorativo di Moon to Mars in America su:https://www.nasa.gov/moontomars