Introduzione

Un gruppo di astrofili, sparsi in tutto il mondo, ha appena dimostrato come una rete di digital Unistellar eVscopes può lavorare insieme per fornire le prime immagini del suo genere della cometa ATLAS mentre si sta disintegrando.

UE e USA
Fig 1. Osservazioni di folla sulla cometa ATLAS della Unistellar Network sabato 11 aprile (a sinistra) e martedì 14 aprile (a destra). Le differenze nella morfologia del coma suggeriscono che la cometa si sta frammentando.

La chance per la community di Unistellar

Scoperta a dicembre, la cometa ATLAS doveva diventare la cometa più luminosa del 2020, visibile ad occhio nudo. Diversi giorni fa, tuttavia, gli astronomi hanno iniziato a sospettare che la cometa si fosse divisa in più pezzi quando ha iniziato a perdere rapidamente la sua luminosità. Per Unistellar, ciò ha creato un’opportunità unica per riunire la comunità di cittadini astronomi e raccogliere un’immagine di alta qualità di questo bellissimo – ma morente – fenomeno cosmico.

Nella notte di sabato 11 aprile, decine di utenti di eVscope in Belgio, Finlandia, Francia, Svizzera, Germania, Regno Unito e altri paesi si sono radunati virtualmente per allestire eVscopes nei loro cortili, sui balconi o in campagna. Le loro posizioni erano varie, ma avevano tutti un solo obiettivo in mente: catturare foto della cometa morente. Un simile invito a presentare osservazioni è stato rilasciato martedì 14 aprile per gli Stati Uniti dopo che la scomparsa della cometa è stata annunciata per la variazione dell’immagine nel coma della cometa.

Una super immagine

Osservando la cometa attraverso l’oculare di eVscope, quaranta utenti in Europa e venti utenti negli Stati Uniti, hanno anche raccolto dati inviati ai server di Unistellar. I dati sono stati combinati ed elaborati per creare una “super immagine” che ha rivelato la cometa ATLAS in un livello estremamente elevato di colori e dettagli, tra cui una coda e un coma e il misterioso bagliore verdastro associato alla presenza di gas cianuro. L’immagine presa dagli utenti statunitensi tre giorni dopo mostra il cambiamento nella morfologia del coma, il che suggerisce che il nucleo della cometa si stia effettivamente frammentando.

Comete Coma
Fig 2. La variazione della morfologia del coma tra osservazioni prese a 3 giorni di distanza è visibile su quelle “super immagini” raccolte dalla rete Unistellar di piccoli telescopi digitali.

Abbiamo unito le osservazioni di più utenti per produrre una documentazione di osservazione altamente accurata della cometa ATLAS. La nostra analisi dimostra che possiamo vedere oggetti estremamente scuri, come stelle molto deboli (fino alla magnitudine 18), sullo sfondo dietro la cometa”, ha spiegato Arnaud Malvache, Chief Technology Officer di Unistellar.

L’eVscope di Unistellar offre esperienze di osservazione uniche che consentono inoltre agli utenti di svolgere un ruolo attivo e importante in astronomia unendo campagne di osservazione che riuniscono una vasta gamma di telescopi collegati per raccogliere dati per un’analisi a posteriori.

Eventi educativi e divertenti

Questi eventi possono anche essere divertenti ed educativi come, ad esempio, una recente maratona mondiale di Messier. Durante la Messier Marathon, gli utenti hanno osservato la maggior parte delle 110 galassie, nebulose e cluster indicizzate nel Catalogo Messier. Hanno condiviso le loro osservazioni senza soluzione di continuità dal vivo, raggiungendo così uno degli obiettivi più ambiti nella lista dei desideri di un astronomo dilettante.

Questi eventi stanno dando vita alla visione di Unistellar di rendere l’astronomia un’avventura vivente in cui tutti gli utenti possono prendere parte per divertimento, istruzione, sensibilizzazione o per generare scienza all’avanguardia. “Le campagne future potrebbero includere, ad esempio, l’osservazione di una nuova supernova e il rilevamento della sua galassia ospite da una miriade di occhi che lavorano insieme per osservare un’esplosione a diversi milioni di anni luce di distanza, o osservazioni di un asteroide potenzialmente pericoloso mentre vola verso il nostro pianeta. Da questa rete di eVscopes piccoli, potenti e portatili emergeranno più progetti di quanto possiamo immaginare” ha affermato Franck Marchis, Senior Astronomer presso il SETI Institute e Chief Scientific Officer di Unistellar.

Informazioni su Unistellar

Unistellar mira a rendere l’astronomia un’avventura alla quale chiunque può prendere parte. Unistellar è la startup dietro l’eVscope, un telescopio digitale straordinariamente divertente e facile da usare che sta dando vita alle meraviglie dell’Universo. In collaborazione con l’Istituto SETI, Unistellar eVscope aiuta anche le persone a contribuire a importanti scoperte scientifiche. Unistellar eVscope ha ricevuto un CES Innovation Award nel 2018 nella categoria Tech for a Better World ed è stato nominato per un SXSW 2019 Innovation Award. Migliaia di telescopi digitali sono già stati ordinati, con migliaia già consegnati, deliziando i clienti con un’esperienza di osservazione senza precedenti.