Ricostruzioni tridimensionali di esplosioni stellari – VIDEO

0
81

Sin dai tempi antichi, lo studio dell’astronomia è stato in gran parte limitato alla proiezione bidimensionale piatta di ciò che appare nel cielo. Tuttavia, proprio come un botanico mette una pianta al microscopio o un paleontologo scava alla ricerca di fossili, gli astronomi vogliono più modi “pratici” per visualizzare gli oggetti nello spazio.

Una nuova serie di simulazioni al computer rappresenta un passo emozionante verso quella direzione. Ciascuna di essa è una visualizzazione tridimensionale (3D) di un oggetto astronomico basato sui dati del Chandra X-ray Observatory della NASA e di altri osservatori a raggi-X. 

Dal momento che non sono in grado di volare verso questi oggetti distanti, gli astronomi hanno usato i dati di questi osservatori per conoscere la geometria, la velocità e altre proprietà fisiche di ciascuna di queste fonti cosmiche.

Questa raccolta di visualizzazioni 3D è stata creata da Salvatore Orlando dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), dall’Osservatorio Astronomico di Palermo e dai suoi colleghi. Ognuna di queste simulazioni al computer è disponibile utilizzando un software gratuito che è supportato dalla maggior parte delle piattaforme e dei browser e consente agli utenti di interagire e navigare tra i modelli 3D a loro scelta.

Nel prossimo futuro, tali modelli 3D saranno resi disponibili in “realtà virtuale” o ambienti VR e due prototipi ( Tycho e UScorpii ) sono attualmente sul sito web di Chandra.

Leggi di più dall’Osservatorio dei raggi X Chandra della NASA.