new-astronaut-nasa-moon-mars
Photo Date: 2020-01-10 Location: Teague Auditorium Subject: Graduation ceremony of the 2017 class of Astronaut Candidates. Photographer: James Blair

11 nuovi astronauti

Venerdì la NASA ha accolto tra le sue fila 11 nuovi astronauti, aumentando il numero di coloro che possono beneficiare di incarichi di volo spaziale con l’obiettivo di espandere gli orizzonti dell’umanità nello spazio per le generazioni a venire. 

I nuovi astronauti hanno completato con successo più di due anni di addestramento di base richiesto e sono i primi a laurearsi da quando l’agenzia ha annunciato il suo programma Artemis. I neolaureati possono essere assegnati a missioni destinate alla Stazione Spaziale Internazionale, alla Luna e, infine, a Marte. 

Con l’obiettivo di un’esplorazione lunare sostenibile entro la fine di questo decennio, la NASA invierà la prima donna e il prossimo uomo sulla superficie della Luna entro il 2024. Ulteriori missioni lunari sono programmate una volta all’anno mentre l’esplorazione dell’uomo di Marte è prevista per la metà degli anni 2030 .

Queste persone rappresentano il meglio dell’America e questo è un momento incredibile per unirsi al nostro corpo di astronauti“, ha dichiarato l’amministratore della NASA Jim Bridenstine presso il Johnson Space Center dell’agenzia a Houston, dove si è svolta la cerimonia di laurea. “Il 2020 segnerà il ritorno del lancio di astronauti americani, sui razzi americani, dal suolo americano e sarà un anno importante di progressi per il nostro programma Artemis e le missioni sulla Luna ed oltre“.

La cerimonia

Questa è stata la prima cerimonia di laurea pubblica per gli astronauti che l’agenzia abbia mai ospitato e Sens. John Cornyn e Ted Cruz del Texas sono stati tra i relatori dell’evento.

Per generazioni, gli Stati Uniti sono stati i leader mondiali nell’esplorazione dello spazio e il Johnson Space Center sarà sempre il cuore e la casa dell’attività dei voli spaziali umani“, ha affermato Cornyn. “Non ho dubbi che gli astronauti formati di recente si aggiungeranno a quella storia e realizzeranno cose incredibili“.

Durante la cerimonia di venerdì, ogni nuovo astronauta ha ricevuto una spilla d’argento, una tradizione che risale dagli astronauti del Mercury 7, che furono selezionati nel 1959. Riceveranno una spilla d’oro una volta completati i primi voli spaziali.

Selezionati per l’addestramento nel 2017, i candidati astronauti della NASA sono stati scelti da un pool record di oltre 18.000 candidati.

Mi congratulo con questi uomini e donne eccezionali per essere la prima classe di laurea del programma Artemis“, ha detto Cruz. “Sono i pionieri dell’ultima frontiera il cui lavoro contribuirà a rafforzare la leadership americana nello spazio per le generazioni a venire. Sono eccitato per le opportunità che li attendono, incluso l’atterraggio della prima donna sulla superficie della Luna e il fatto di avere i primi stivali per calpestare Marte“.

Compresa la classe attuale, la NASA ora ha 48 astronauti attivi nel suo corpo. La NASA sta inoltre prendendo in considerazione piani per aprire il processo di candidatura questa primavera per la prossima classe di candidati astronauti.

La formazione al fianco dei candidati astronauti della NASA, negli ultimi due anni, è stata realizzata da due astronauti dell’Agenzia spaziale canadese (CSA) che hanno anche partecipato alla cerimonia di laurea.

Citazioni e Approfondimenti