Credits: Boeing

Seguila con noi

Per seguire la diretta con noi, oltre al video inserito in questo articolo, potrà essere seguita anche sulla nostra home-page, nella versione desktop da pc, nella sezione LIVE in cui vengono inserite le dirette.

Aggiornamento del 22 dicembre 2019

Come annunciato dall’amministratore della NASA Jim Bridenstine, Starliner è tornata a casa, atterrando alle 13:58 ora italiana. Ecco quanto comunicato dalla NASA sul suo sito ufficiale:

La nave spaziale Boeing CST-100 Starliner è stata osservata mentre atterrava sui suoi airbag a White Sands, New Mexico, alle 7:58 EST di domenica 22 dicembre 2019. L’atterraggio ha completato un test di volo orbitale abbreviato con cui la compagnia ha raggiunto diversi obiettivi di missione per il programma della crew commerciale della NASA. La navicella spaziale Starliner è stata lanciata su un razzo United Launch Alliance Atlas V alle 6:36 (12:36 ora italiana) di venerdì 20 dicembre dallo Space Launch Complex 41 presso la stazione aeronautica di Cape Canaveral in Florida“.

Photo Credit: (NASA/Bill Ingalls)

Aggiornamento del 21 dicembre 2019

La NASA e Boeing terranno una teleconferenza mediatica alle 20:00 ora italiana (14:00 EST) questa sera – sabato 21 dicembre – per discutere lo stato del Boeing Orbital Flight Test e gli obiettivi che sono stati e si prevede che saranno, raggiunti in relazione al programma dell’equipaggio commerciale della NASA 

I partecipanti al briefing saranno:

  • Amministratore della NASA Jim Bridenstine
  • Jim Chilton, vicepresidente senior della divisione Space and Launch di Boeing
  • Steve Stich, vicedirettore del Commercial Crew Program della NASA

Aggiornamento del 20 dicembre 2019

I funzionari hanno riferito che la capsula pilotata autonomamente ha subito un errore che ha coinvolto il suo orologio di bordo che l’ha portata a bruciare troppo propellente, costringendo un rapido ritorno sulla Terra domenica mattina.

L’amministrstore della NASA, Bridenstine, ha illustrato la causa dell’anomalia che non ha permesso il successo missione: “Starliner credeva di essere in inserimento orbitale (o che il burn fosse completo), la navetta ha bruciato più combustibile per mantenere il controllo e ha precluso il rendez vous con la Iss“. Il capo della Nasa, nella conferenza stampa, ha rivelato un altro particolare: “Abbiamo tentato di inviare da Terra il comando per l’accensione, ma è mancato il collegamento alla capsula“.  A quel punto i responsabili di volo hanno messo Starliner in orbita di sicurezza, elevandola con altre accensioni dei motori. La capsula, infatti, hanno sottolineato, “funziona correttamente, il problema del timer è stato sistemato“. Ma ci sono molti aspetti da chiarire.

Dal momento che la navicella è in pieno controllo dalla Terra, Verrà riportata giù.

  • ore 15:30: conferenza stampa.
  • ore 13:00 – Nonostante sia stato lanciato con successo alle 12:36 di venerdì -ora italiana – sul razzo United Launch Alliance Atlas V dello Space Launch Complex 41 presso la stazione aeronautica di Cape Canaveral in Florida, il CST-100 Starliner di Boeing non è nella sua orbita pianificata. Il veicolo spaziale è attualmente in una configurazione stabile mentre i controller di volo stanno risolvendo i problemi.
  • ore: 12:00 – Sono in corso i preparativi per il lancio del razzo Atlas V con il CST-100 Starliner di Boeing in cima allo Space Launch Complex 41 nella stazione dell’aeronautica di Cape Canaveral in Florida. La White Room Crew combinata di Boeing e United Launch Alliance stanno chiudendo e proteggendo la stanza bianca, eseguendo controlli di tenuta in cabina del CST-100 Starliner e liberando la stanza bianca. Il team eliminerà la torre di accesso dell’equipaggio e guiderà a una distanza di sicurezza dalla piattaforma di lancio.

Aggiornamento del 19 dicembre 2019

L’Orbital Flight Test (OFT) senza equipaggio della Boeing è il secondo volo di prova senza equipaggio del Commercial Crew Program della NASA , una partnership con l’industria aerospaziale per lanciare astronauti su missili e veicoli spaziali statunitensi dal suolo americano per la prima volta dal 2011.

Il test di volo fornirà dati preziosi sulle prestazioni end-to-end del razzo Atlas V, del veicolo spaziale Starliner e dei sistemi di terra, nonché delle operazioni in orbita, di attracco e di atterraggio. Inoltre, la navicella spaziale Starliner trasporterà circa 600 libbre di rifornimenti e attrezzature dell’equipaggio alla Stazione Spaziale Internazionale e restituirà sulla Terra alcuni campioni importanti per la ricerca. La NASA utilizzerà i dati del test come parte del suo processo di certificazione del sistema di trasporto dell’equipaggio di Boeing per trasportare astronauti – e ricerche – da e verso la stazione spaziale.

Il trasporto sicuro, affidabile ed economico da e verso la stazione spaziale consente di mantenere un equipaggio completo di astronauti della stazione spaziale, massimizzando il tempo dedicato alla ricerca scientifica nel laboratorio in orbita.

La NASA ha scelto SpaceX e Boeing per creare veicoli spaziali, missili e sistemi associati integrati per trasportare gli astronauti nelle missioni della NASA a settembre 2014. Ora queste società stanno costruendo e gestendo questa nuova generazione di veicoli di livello umano.

Aggiornamento del 18 dicembre 2019

Ecco, di seguito, il programma di avvicinamento all’evento comunicato dalla NASA sul suo sito ufficiale. Gli orari sono stati aggiornati all’ora italiana, ossia 6 ore avanti rispetto il luogo del lancio.

Giovedì 19 dicembre

15:30 – L’amministratore della NASA Jim Bridenstine vicino al Countdown Clock con:

  • Robert Cabana, direttore del Kennedy Space Center
  • Mike Fincke, astronauta della NASA, Starliner Crew Flight Test
  • Nicole Mann, astronauta della NASA, Starliner Crew Flight Test
  • Chris Ferguson, Boeing Astronaut, Starliner Crew Flight Test
  • Suni Williams, astronauta della NASA, primo equipaggio operativo della missione Starliner
  • Josh Cassada, astronauta della NASA, primo equipaggio operativo della missione Starliner

Venerdì 20 dicembre

11:30 – La copertura del lancio della NASA TV inizia per il lancio delle 12:36.

15:00 – Conferenza stampa postlaunch dell’amministratore. I partecipanti includono:

  • Amministratore della NASA Jim Bridenstine
  • Jim Chilton, vicepresidente senior della Boeing, divisione Space and Launch
  • Gli astronauti Chris Ferguson, Mike Fincke e Nicole Mann

15:30 – Avvia la conferenza stampa postlaunch del team

  • Steve Stich, vicedirettore, programma della squadra commerciale della NASA
  • Rappresentante Boeing (da determinare)
  • Rappresentante ULA (da determinare)
  • Kirk Shireman, direttore del programma della Stazione spaziale internazionale

Sabato 21 dicembre

11:00 – Copertura di appuntamento, attracco e apertura del tratteggio

Venerdì 27 dicembre

14:15 – Copertura della chiusura del portello

Sabato 28 dicembre

05:45 – Copertura di sganciamento

10:30 – Inizia la copertura dell’atterraggio

Il lancio

Il 20 dicembre 2019 verrà lanciato Il Boeing’s Orbital Flight Test (OFT), la missione senza equipaggio per il NASA’s Commercial Crew Program incontrerà e attraccherà la navicella spaziale CST-100 Starliner di Boeing con la Stazione Spaziale Internazionale e tornerà sulla Terra il 28 dicembre. Starliner lancerà in cima a un razzo United Launch Alliance Atlas V dallo Space Launch Complex 41 (SLC -41) presso la stazione dell’aeronautica di Cape Canaveral in Florida.

Questo volo di prova ci fornirà dati preziosi sulle prestazioni di Starliner nell’ambiente reale in ogni fase del volo e dimostrerà la sua capacità di trasportare l’equipaggio sulla stazione spaziale e di riportarli a casa in sicurezza“, ha dichiarato Trip Healey, responsabile della missione della NASA per OFT. “Essere sulla cuspide di questo enorme momento della storia è davvero eccitante“.

La missione

I dati della missione confermeranno le prestazioni del sistema spaziale e sposteranno Starliner più avanti lungo il percorso verso il suo primo volo con gli astronauti a bordo – Boeing’s Crew Flight Test (CFT).

Gli astronauti della NASA Michael Fincke e Nicole Mann e l’astronauta Boeing Chris Ferguson saranno a bordo dello Starliner per la CFT. L’equipaggio ha recentemente partecipato a una giornata integrata di test di lancio per OFT e ha assistito al Pad Abort Test del Boeing . 

Non vediamo l’ora che arrivi il giorno in cui lanciamo persone regolarmente“, ha dichiarato Fincke. “Come diplomati delle scuole pilota di test militari, siamo davvero entusiasti di vedere come si comporterà Starliner; sappiamo che sarà fantastico e ne ricaveremo tutti i tipi di dati di test davvero eccezionali“.

Il test di volo senza equipaggio è il culmine di anni di ingegnosità e perseveranza in tutte le fasi di progettazione, costruzione e test del programma.”La cosa più stimolante da notare attraverso questa partnership è come i team Boeing, ULA e NASA continuano a lavorare insieme per risolvere le sfide“, ha affermato Healey. “C’è sicuramente uno spirito di squadra, o spirito di corpo, che ci ha aiutato a raggiungere questo punto“.

Universe-Journal.com

Citazioni e Approfondimenti