ufo-conspiracy-universe-alien

Introduzione

I ricercatori della Australian National University (ANU) hanno approfondito il mondo delle teorie della cospirazione online, mostrando che la maggior parte delle persone che le sostengono, sono persone si persone ordinarie ma che cercano attivamente le echo-chambers – camere eco – in cui trovare conferme.

La ricerca

In un articolo pubblicato su PLOS ONE, abbiamo fatto luce sul mondo online dei teorici della cospirazione, studiando una vasta serie di commenti degli utenti.

Le nostre scoperte chiave sono che le persone che alla fine si impegnano sui forum sulla cospirazione differiscono da quelle che non lo fanno sia dove che cosa pubblicano. I modelli di differenza suggeriscono che cercano attivamente comunità “simpatiche”, piuttosto che inciampare passivamente in credenze problematiche.

Abbiamo esaminato otto anni di commenti pubblicati sul famoso sito web Reddit, una piattaforma che ospita milioni di singoli forum chiamati subreddits. Il nostro obiettivo era scoprire le principali differenze tra gli utenti che pubblicano in r/cospirazione (un subreddit dedicato alle teorie della cospirazione) e altri utenti di Reddit.

Usando una tecnica chiamata analisi del sentiment, abbiamo esaminato ciò che gli utenti dicevano e dove lo dicevano, nei mesi precedenti il ​​loro primo post in r/cospirazione. Abbiamo confrontato questi post con quelli di altri utenti che hanno iniziato a pubblicare su Reddit contemporaneamente e con gli stessi subreddit, ma senza continuare a pubblicare post in r/cospiration.

Abbiamo quindi costruito una rete di subreddit attraverso cui viaggiavano poster di r/cospiracy. In tal modo, siamo stati in grado di scoprire come e perché hanno raggiunto la loro destinazione.

In cerca di persone che la pensano allo stesso modo

La nostra ricerca suggerisce che ci sono prove per “l’auto-selezione” dei teorici della cospirazione. Ciò significa che gli utenti sembrano cercare comunità di persone che condividono le loro opinioni. Gli utenti hanno seguito percorsi chiari per raggiungere infine r/cospirazione.

Ad esempio, questi utenti erano sovrarappresentati in subreddit incentrati su politica, droga e cultura di Internet e si occupavano di tali argomenti più spesso delle loro coppie abbinate.

Siamo rimasti anche sorpresi dalla diversità dei percorsi intrapresi per arrivare a r/cospiracy. Gli utenti non erano così concentrati su un lato dello spettro politico come la gente potrebbe aspettarsi. Né abbiamo trovato più ansia nei loro post, rispetto ad altri utenti.

La nostra ricerca precedente ha anche indicato che i teorici della cospirazione online sono più diversi e ordinari di quanto la maggior parte delle persone creda.

Da dove vengono le credenze?

Per approfondire, abbiamo esaminato le interazioni tra dove e ciò che gli utenti di r/cospiracy hanno pubblicato.

Nei subreddit politici, il linguaggio usato da loro e dalle loro coppie abbinate era abbastanza simile. Tuttavia, nei subreddit per uso generale molto popolari di Reddit, le differenze linguistiche tra i due gruppi erano sorprendenti.

Finora, psicologi, sociologi e filosofi hanno lottato per trovare qualcosa di diverso sui credenti della cospirazione o sui loro ambienti.

I social media possono svolgere un ruolo nella diffusione delle teorie della cospirazione, ma per lo più consolidano le convinzioni tra coloro che le hanno già. Quindi può essere difficile misurare e comprendere come sorgono le credenze della cospirazione.

Gli approcci tradizionali per sondaggi e interviste non danno sempre risposte affidabili. Questo perché i teorici della cospirazione spesso inquadrano la loro vita in narrazioni di conversazione e risveglio, che possono oscurare le origini più complesse delle loro credenze.

Inoltre, come ha sottolineato il filosofo David Coady, alcune teorie della cospirazione si rivelano vere. Gli addetti ai lavori a volte scoprono prove di malfunzionamenti e insabbiamenti, come riflettono i recenti dibattiti sulla necessità di tutelare gli informatori in Australia .

Le camere di eco peggiorano il problema

La ricerca sulla radicalizzazione online dalla filosofia si è concentrata sugli effetti passivi di tecnologie come gli algoritmi raccomandati e il loro ruolo nella creazione di camere di eco online.

La nostra ricerca suggerisce invece che gli individui sembrano avere un ruolo più attivo nella ricerca di comunità affini, prima che le loro interazioni in tali comunità rafforzino le loro convinzioni. Queste “interazioni persona-situazione” sono chiaramente importanti e sottostimate.

Come lo psicologo David C. Funder dice: “Gli individui non si trovano solo passivamente nelle situazioni della loro vita; spesso li cercano attivamente e li scelgono. Pertanto, mentre un certo tipo di barra può tendere a generare una situazione che crea lotte intorno all’orario di chiusura, solo un certo tipo di persona sceglierà di andare in quel tipo di barra in primo luogo“.

Sospettiamo che un processo simile conduca gli utenti ai forum di cospirazione.

Una complessa rete di interazioni

I nostri dati indicano che le credenze della cospirazione, come la maggior parte delle credenze, non sono adottate nel vuoto. Sono attivamente rimuginati, discussi e ricercati dagli agenti in un mondo sociale (e sempre più online).

E quando forum come 8chan e Stormfront vengono messi offline, gli utenti spesso cercano altri modi per comunicare. Queste complesse interazioni stanno aumentando di numero e la tecnologia può amplificare i loro effetti. La radicalizzazione di YouTube, ad esempio, è probabilmente guidata dalle interazioni tra algoritmi e comunità auto-selezionate .

Quando si tratta di credenze sulla cospirazione, è necessario un lavoro maggiore per comprendere l’interazione tra l’ambiente sociale di una persona e il suo comportamento alla ricerca di informazioni.

E questo diventa ancora più urgente man mano che impariamo di più sui rischi che derivano dalla teoria della cospirazione.

Citazioni e Approfondimenti