Introduzione

L’idea che su Marte ci potesse essere vita intelligente in tempi remoti è sempre balenata nella mente di molti. Certo i più scettici ritengono che tali pensieri possono albergare solo nella mente dei complottisti e di chi è avvezzo alla fantascienza. Ma talvota vengono alla luce elementi che difficilmente possono trovare una risposta logica, o comunque logica secondo i nostri standard culturali, tecnologici. Grazie all’attività privata di indagine svolta da molti che posi si giunge – purtroppo dopo molto tempo – a fare pasi in avanti come in occasione della conferma della marina militare dell’esistenza di UAP o UFO (o come li si voglia chiamare) di cui ne abbiamo già parlato:

Tra i principali “cacciatori” di misteri, tra coloro che maggiormente si impegnano in questa attività di “uncover” vi è Paranormal Crucible il quale ha pubblicato un video davvero interessante su quanto ripreso dal rover su Marte.

Immagini manomesse

Le immagini che di seguito riproponiamo sono tratte dal video che Paranormal Crucible ha caricato sul suo profilo YouTube. In questo video è possibile vedere riprese acquisite dal Rover Curiosity– Mars raw, dalla quale emergono particolari che lasciano intravedere segni di costruzioni artificiali, il che implicherebbe che lassù c’è stato qualcuno!

L’immagine tra l’altro risulta essere anche alterata. Come spesso accade in questi casi la giustificazione a tale manomissione è stata quella di giustificarla come pixel bruciati.

I dettagli

Ma proviamo ad esaminare i dettagli delle immagini, secondo quanto proposto dal cacciatore di misteri.

Paranormal Crucible, nelle analisi delle presunte antiche rovine di Marte, afferma: “L’immagine grezza che è stata pubblicata dalla NASA sembra essere stata manomessa, possiamo vedere segni di sfocatura in alcuni punti e due quadrati neri, che la NASA rivendica come pixel morti, ma nascondono qualcosa di molto più avvincente, potremmo non trovarli mai fuori, quindi concentriamoci su ciò che possiamo vedere. 

“Questa particolare immagine (come ad esempio questa foto sopra e altre sotto) richiedeva abbastanza lavoro, ma i risultati ne valevano la pena. Le ovvie forme geometriche dell’immagine migliorata indicano chiaramente un design intelligente, possiamo vedere una struttura muraria parzialmente sepolta con un piccolo pilastro che porta giù per un piccolo terrapieno, forse una scala interrata, verso una serie di scale, queste scale ci portano in un ovvio cortile che è coperto dalla sabbia o terra marziana“.

Un ulteriore ingrandimento, mostrerebbe quella che sembra essere una scala. “A lato del cortile c’è un grande basamento quadrato con un alto pilastro di pietra che sembra essere stato spezzato nella parte centrale, questo è indicativo di un’antica dimora, come si vede nell’antico periodo romano e greco. Ho evidenziato nove punti di interesse nell’immagine migliorata di seguito, e sono molto convincenti a mio avviso.” Continua ad affermare Paranormal Crucible.

Infine, viene proposta una ultima immagine in cui vengono evidenziate “anomalie” visibili nonostante il tentativo di occultamento.

Così le commenta l’autore del video: “Queste possibili rovine mi confermano che un’antica civiltà marziana esisteva su Marte ed erano molto simili agli antichi Romani, non solo nei costumi ma anche nell’architettura.  Dal mio punto di vista sembrano i resti di una domus o di una villa, una casa abbastanza grande di solito al piano terra che aveva un ampio cortile, pilastri di pietra, un giardino e numerose stanze, alcuni persino una piscina a seconda di quanto fossero ricchi i proprietari. Fino a quando una missione indipendente con equipaggio viene inviata su Marte, potremmo non sapere mai tutta la verità sulla vita passata di questo misterioso pianeta, e penso sia piuttosto chiaro che la NASA è più interessata ad analizzare campioni di roccia che esplorare i manufatti chiari che sono stati inavvertitamente scoperti da i rover. Ma si spera che un giorno quell’atteggiamento cambierà e la vera verità su Marte e la sua storia, finalmente sarà rivelata” .

E quindi?

Di fronte a tali immagini credo che l’unica cosa che si possa fare è quella di tenerle da parte e ricordarle. In mancanza di conferme o smentite, che in parte sono arrivate esclusivamente riguardo ai pixel bruciati, non si può far altro che prenderne atto. Certo alcuni interrogartivi sorgono, ad esempio:

  • se trattasi di occultamento, il c.d. cover up, come mai rimangono ben visibili gli altri dettagli evidenziati?
  • il mancato completo occultamento è voluto per sensibilizzare gradualmente le persone alla possibilità di vita extra-terrestre?
  • trattasi di noncuranza, distrazione nell’analizzare le immagini da parte degli esperti NASA?
  • le immagini sono autentiche? perchè pronunciarsi solo sui pixel bruciati?

Gli interrogativi sono molti, ma un dato di fatto c’è: le immagini riprendono strutture artificiali, salvo altre dichiarazioni ufficiali.

Immagini da Marte

Nel frattempo, chi avrà a disposizone un pò di tempo e voglia intraprendere anche lui una ricerca di eventuali anomalie riprese sul pianeta rosso o semplicemente vuole godersi lo spettacolo offerto, riportiamo il link diretto su cui la NASA carica le immagini scattate dal Rover Curiosity. Buona visione o ricerca: