Il comsonauta Alexei Leonov è stato dichiarato morto in un ospedale di Mosca alle 12.40 ora locale di venerdì; aveva 85 anni. La morte dell’eroe nazionale è stata annunciata dal servizio stampa del centro di addestramento del cosmonauta Yuri Gagarin.

La prima persona a camminare nello spazio è morta più di 50 anni dopo che la sua incredibile impresa che ha alimentato la corsa allo spazio tra Unione Sovietica e America.

Il signor Leonov fece la storia il 18 marzo 1965, quando divenne la prima persona a camminare nello spazio – ma in seguito rivelò che in fondo non era mai tornato sulla Terra.

Uscì dalla navicella spaziale Voskhod (Sunrise) 2 per una passeggiata nello spazio che durò poco più di 12 minuti, sfrecciando intorno alla Terra a velocità più elevate di un aereo a reazione. La missione di due uomini era piena di pericoli e quasi deragliata da una serie di eventi che sembravano una sceneggiatura di Hollywood.

In pochi minuti la tuta di Leonov si era gonfiata come un pallone, impedendogli di rientrare nel veicolo spaziale. Più tardi, l’equipaggio – Leonov e il comandante Pavel Belyayev – evitarono per un attimo di essere uccisi in un’enorme palla di fuoco quando i livelli di ossigeno salirono all’interno della capsula. Attraverso la valvola dell’ossigeno riuscirono ad ovvioare al problema.

Il capo dell’Agenzia spaziale europea, Johan-Dietrich Wörner, ha inviato una lettera di condoglianze per la morte del leggendario cosmonauta Alexei Leonov al direttore generale della State Corporation “Roscosmos” Dmitry Rogozin

Da parte nostra le più sentite condoglianze. R.I.P