Elon Musk, cofondatore e amministratore delegato di Space Exploration Technologies Corp. (SpaceX), alle 3 ora italiana – 19 ora locale – ha tenuto una conferenza presso la struttura di assemblaggio di missili Boca Chica nel sud del Texas per fornire aggiornamenti sul suo programma Starship.

Elon Musk crede che gli umani possano e debbano diventare una specie interplanetaria. Lui ritiene che la sua nuova astronave possa aiutare a raggiungere un obiettivo di assoluto valore per tutta la umanità e la missione Starship si pone l’obiettivo di trasportare gli umani su Marte.  

La conferenza

La conferenza inizia con Elon Musk, vestito in abito nero, in piedi davanti al prototipo del veicolo spaziale Starship Mk1, l’meozione è tanta: “Questa è la cosa più stimolante che io abbia mai visto

Dopo aver attraversato la storia delle costruzioni di SpaceX, dopo 11 anni da quando SpaceX è arrivato per la prima volta in orbita, Musk ha illustrato alcune specifiche di Starship che possiamo così sintetizzare:

Scudo termico in acciaio

Musk ha spiegato l’importanza di uno scudo termico in acciaio che costerebbe solo una frazione di uno scudo termico in fibra di carbonio. “Sono innamorato dell’acciaio, ha detto Musk. Per la precisione si tratta di acciaio inossidabile 301, finitura a specchio e con piastrelle termiche nella parte inferiore per aiutare i picchi di calore durante la fase di rientro.

Lo scudo termico in acciaio della nave stellare che proteggerà l’astronave mentre torna sulla Terra.SpaceX

Super Heavy modificato

Avrebbe una spinta circa doppia rispetto al razzo più potente mai costruito, il Saturn V della NASA, e presenterà fino a 37 motori Raptor.

Dettagli sono stati forniti anche sui piani per la “ricarica orbitale” dell’astronave che consentirebbe il trasferimento del carburante tra i veicoli spaziali in orbita. Musk ha affermato che questo processo è più semplice dell’aggancio con la Stazione Spaziale Internazionale – qualcosa in cui SpaceX è diventato abbastanza bravo. “Questo è uno degli altri pezzi fondamentali del puzzle per stabilire una base sulla luna o su Marte, ha osservato Musk. 

Lo Starship sarà dotato di due ali posteriori, 6 gambe e 2 alette anteriori, il tutto porterà ad una massa a secco di 120 t., massa propellente 1.200 t., 150 t di carico utile in ascesa e 5 invece in discesa.

L’Obiettivo

Le ambizioni dell’astronave non sono solo la luna o Marte. Musk ha messo in mostra l’arte promozionale di un potenziale futuro per la nave stellare che l’avrebbe portata più avanti nel sistema solare. Prossima destinazione? Saturno!

Musk ha concluso il suo pressore con la convinzione di essere stato campione sin da quando quei piani iniziali della nave stellare sono stati dettagliati tre anni fa.

“Penso che dovremmo fare del nostro meglio per diventare una specie multi-pianeta e dovremmo farlo ora”.

Progetto Commercial Crew

Le ambizioni di Musk non finiscono con SpaceX e la missione su Marte ma la società sta anche lavorando con la NASA al progetto Commercial Crew, con l’obiettivo di lanciare gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale dal suolo americano. In vista dell’evento di sabato, l’amministratore della NASA Jim Bridenstine sembra aver gettato un pò d’ombra sulla strada di SpaceX notando che il progetto Commercial Crew è in ritardo.

In una sessione di domande e risposte post-conferenza, Musk ha fornito una breve risposta. 

Dal punto di vista delle risorse SpaceX, le nostre risorse sono in stragrande maggioranza su Falcon e Dragon“, ha detto. “Era davvero una piccola percentuale di SpaceX a lavorare su Starship.”  

Musk non ha dettagliato alcun aggiornamento sui progressi del progetto Commercial Crew di SpaceX, ma ha riscontrato difficoltà nel processo di ottimizzazione. Una recente esplosione durante i test della capsula dell’equipaggio Dragon ha ulteriormente ritardato le ambizioni di SpaceX di portare gli astronauti alla ISS entro la fine dell’anno. Ora sembra che il primo lancio con equipaggio avrà luogo nel 2020, con la NASA che afferma che le future date dei voli sono in fase di revisione. 

Fonte: cnet.com – Credit Image: SpaceX