Questo primo articolo sulle stelle da osservare, non poteva non cominciare da Sirio, la stella più brillante della volta celeste, chiaramente dopo il Sole. Ma vediamo il dettaglio.

Sirio e Orione

Sirio appartiene alla costellazione del Cane Maggiore la quale secondo il mito rappresenta uno dei cani (l’altro è Cane Minore) che seguono il cacciatore Orione, come da figura.

Già conosciuta presso gli antichi egizi col nome di Sopdet nonchè dagli antichi greci i quali credevano che la comparsa di Sirio portasse con sé il clima caldo e secco dell’estate e che mostrasse i suoi effetti sull’avvizzimento delle piante e sull’indebolimento degli uomini. Al contrario per i Māori segnava invece il freddo inizio dell’inverno.

Venne mappata per la prima volta da Tolomeo di Alessandria nell sua opera Almagesto, mentre il suo moto venne scoperto da  Edmond Halley nel 1718: comparando la posizione con quella che Sirio aveva ai tempi di Tolomeo notà che si spostò di 30 minuti d’arco (circa il diametro apparente della Luna) verso sud in 1800 anni. Toccò a William Higgins stabilire per la prima volta la velocità di Sirio. Esaminando lo spettro di questa stella osservò un notevole spostamento verso il rosso, concludendo che Sirio si stava allontanando dal Sistema Solare alla velocità di circa 40 km/s, cifra sufficientemente precisa per l’epoca, in realtà è di circa −7,6 km/s.

Sirio B

Nel 1844 l’astronomo tedesco Friedrich Bessel studiando i moti della stella dedusse che poteva avere una compagna invisibile; tale deduzione venne confermata nel 1862 dal costruttore di telescopio Alvan Graham Clark che osservò per la prima volta questa componente, una nana bianca oggi nota come Sirio B, distante circa 20 UA da Sirio, la seconda di questa classe di stelle ad essere stata mai osservata.

Scheda tecnica sintetica

Classificaz.Stella binaria (Stella bianca di sequenza principale + nana bianca)
Classe spettraleA: A1Vm B: DA2
Distanza dal Sole8,6 anni luce
Costellaz.Cane Maggiore

Coordinate (all’epoca J2000)

Ascensione retta6h 45m 8,917s
Declinazione−16° 42′ 58,017″
Lat. galattica−8,88°
Long. galattica227,22°

Parametri orbitali

Eccentricità0,592

Dati fisici

Diametro medio2 617 000 km
Raggio medio1,88 R
Massa4,289 × 1030 kg2,15 M
Periodo di rotazione16,8 ore
Velocità di rotazione16 km/s
Temperatura
superficiale
9 940 K (media)
Luminosità22,4 L
Indice di colore (B-V)0,01
Metallicità190% del Sole
Età stimata200-300 milioni di anni

Dati osservativi

Magnitudine app.−1,46
Magnitudine ass.1,40
Parallasse379,21 ± 1,58 mas
Moto proprioAR: −546,01 mas/anno
Dec: −1223,08 mas/anno
Velocità radiale−7,6 km/s